Impeccabilità e pentimento

As-Salāmu ‘alaykum wa raḥmatu Llāh.

A‘ūdhu bi-Llāhi mina sh-Shayṭāni r-rajīm.  Bismi Llāhi r-Raḥmāni r-Raḥīm.

Waṣ-ṣalātu wa s-salāmu ‘alā Rasūlinā Muḥammadin Sayyidi l-Awwalīna wa l-Ākhirīn.

Madad yā Rasūla Llāh, madad yā Sādāti Aṣḥābi Rasūli Llāh, madad yā Mashāyikhinā, dastūr yā Shaykh ‘Abdu Llāh al-Fā’iz ad-Dāghistānī, Shaykh Muḥammad Nāẓim al-Ḥaqqānī. Madad.

Ṭarīqatunā ṣ-ṣuḥbah wa l-khayru fi l-jam’iyyah.

 

Nel genere umano i profeti (AS) hanno il grado più elevato. Il più elevato tra tutti i profeti è il nostro Profeta (SAW).  Loro sono ma‘ṣūm (senza peccato, impeccabili). Ma‘ṣūm significa che essi sono irreprensibili.  Sono ma‘ṣūm, protetti dagli errori per essere di esempio per le persone. Tutto ciò che loro fanno è di esempio per la gente. Il sentiero che loro mostrano è il buon cammino, il sentiero della salvezza. Non c’è un altro cammino.

Poiché le persone si sono sottomesse al loro ego, solo i Profeti (AS) sono ma‘ṣūm.  Questo è ciò che si intende quando si dice che non c’è nessuno che è impeccabile. Poiché i profeti sono esseri rari, molto pochi in numero, si dice che nessuno è senza peccati. Ma quando un uomo si pente, i suoi peccati si trasformano in bene. È una virtù riconoscere i propri errori. Voi potete dire, “Ho fatto un errore” o potreste non accettare la vostra colpa e dire “ho fatto la cosa giusta”, ma così servirai la tua punizione.

C’è una semplice via di uscita ed è pentirsi e chiedere perdono, supplicare Allah.  Allah l’Onnipotente perdona tutti i peccati che puoi aver commesso, perciò un uomo non dovrebbe essere testardo. Il kafir (colui che copre la verità, che la nasconde) è sul cammino della testardaggine. Satana perse tutto per causa della sua testardaggine. L’uomo è incline a commettere errori. Quando un uomo commette un errore dopo un altro, si dovrebbe scusare. Se commette un errore contro Allah, lui si deve pentire così che lui sarà salvato dalla sofferenza di ciò in questo mondo e nel prossimo.

Possa Allah perdonarci tutti, perdonare i nostri peccati. Ci sono peccati che commettiamo coscientemente e altri che commettiamo incoscientemente. Ecco perché il Santo Profeta (SAW) dice che uno si deve pentire. Il Santo Profeta (SAW) disse anche:

“Faccio istighfar (chiedere perdono) 70 volte al giorno.”

Noi, d’altra parte, dovremmo pentirci 70 mila volte al giorno. Possa Allah perdonarci, in sha Allah.

 

Wa min Allāhi t-tawfīq,

al-Fātiḥah

Ṣuḥbah di Shaykh Muḥammad Mehmet ‘Adil

Data  09 Luglio 2020 / 18 Dhu l-Qa‘dah 1441

Akbaba Dergah, Preghiera del mattino

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.