shaikh mehmet adil

La Vera Corte Suprema

As-Salāmu ‘alaykum wa raḥmatu Llāh.
A‘ūdhu bi-Llāhi mina sh-Shayṭāni r-rajīm. Bismi Llāhi r-Raḥmāni r-Raḥīm.
Waṣ-ṣalātu wa s-salāmu ‘alā Rasūlinā Muḥammadin Sayyidi l-Awwalīna wa l-Ākhirīn.
Madad yā Rasūla Llāh, madad yā Sādāti Aṣḥābi Rasūli Llāh, madad yā Mashāyikhinā, dastūr yā Shaykh ‘Abdu Llāh al-Fā’iz ad-Dāghistānī, Shaykh Muḥammad Nāẓim al-Ḥaqqānī. Madad.
Ṭarīqatunā ṣ-ṣuḥbah wa l-khayru fi l-jam’iyyah.

Il figlio dell’uomo patisce la maggior parte dei suoi guai a causa del suo ego. L’ego non può scegliere tra ciò che è buono e ciò che è cattivo. Può scegliere, ma sceglie ciò che pensa sia buono per se stesso, ma che in realtà è cattivo. Se lasci le cose in balia dei capricci del tuo ego, non ci troverai mai bontà. L’ego svilisce una persona. Sebbene l’ego pensi che [si metterà] a suo agio, si danneggia da solo.

Quindi una persona ha bisogno di avere il controllo del proprio ego.

Se pensa che sia facile e “lascialo fare a me”, senza considerare cosa è giusto e sbagliato, cosa è haram e cosa è halal, alla fine verrà punita per questo. Vale la stessa cosa anche in questo mondo.

[Anche] se doveste essere salvati in questo mondo, [anche] se sfuggiste ai tribunali di questo mondo, c’è una Corte Suprema nel Giorno del Giudizio, nel Giorno della Resurrezione.

[Anche] in questo mondo, le persone potrebbero avere commesso crimini negli anni precedenti, eppure il governo le cattura anni dopo e le punisce per quei crimini. Ci sono così tante persone che commettono crimini e comunque il governo le cattura.

Sì, ci sono alcuni crimini che sono nascosti ed invisibili e coloro [che li hanno commessi] pensano di essere al sicuro e di essere sfuggiti alla legge. Ma se ferisci qualcuno o fai soffrire qualcuno, allora [potresti] pensare di essere al sicuro in questo mondo, avresti potuto vivere felicemente per anni. Potresti pensare: “Ebbene, cinquant’anni fa ho fatto questo e quest’altro, ma il governo non è stato in grado di rilevarlo. Le Forze dell’Ordine non sono riuscite a risolvere il caso e nessuno sembra saperlo”.

A volte, anche in questo mondo, dopo venti o trent’anni la giustizia è servita, ma forse capita una volta sola uno su mille, o forse su un milione, [ma] agli occhi di Allah non esiste una cosa del genere.

È certa al cento per cento. Egli ha una Corte di Giustizia. Ed è il giudizio di quella Corte che è essenzialmente da temere, perché di ogni atto che hai commesso sei responsabile. Quindi non inseguire il tuo ego e non pensare che riuscirai a farla franca con qualsiasi cosa.

Allah ‘azza wa jalla dice: “Io perdonerò tutti i peccati che avrai commesso contro di Me, quelli li perdonerò, ma per un’ingiustizia commessa nei confronti di un’altra persona, bisogna chiedere perdono a quella persona.” Questo è il modo in cui Allah ‘azza wa jalla ha ordinato le cose. Se ti penti onestamente e sinceramente, allora Lui può perdonarti facendo sì che l’altra persona perdoni te. Oppure devi scusarti per quello che hai fatto.

[In ogni caso] si è ancora in pericolo, quindi non violare i diritti degli altri. Prova a non farlo.

Dobbiamo fare attenzione a questo in modo che possiamo arrivare al Giudizio con facilità e in modo pulito, in modo che possano dire che questa persona non ha nulla di cui rendere conto, che vada in paradiso. Siamo “Ḥaqqani“, quindi badiamo ai diritti degli altri, in sha’ Allah.

Wa min Allāhi t-tawfīq,
al-Fātiḥah

Ṣuḥbah of Shaykh Muḥammad ‘Adil
16 Ottobre 2020 / 29 Ṣafar 1442
Akbaba Dergah, preghiera del mattino

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.